Luigi Bardini, Direttore Commerciale di Agrimontana
19/04/2019

Una sintonia empatico-professionale con il pasticcere

Fondata nel 1972 da Cesare Bardini con una precisa visione verso l’eccellenza produttiva, l’azienda di Borgo San Dalmazzo (Cuneo) ha mantenuto i valori familiari ed è cresciuta diventando riferimento di mercato; uno sviluppo che dal famoso “candito d'arancia”, indispensabile, ad esempio, nella ricetta tradizionale del panettone, si è evoluta verso una gamma molto ampia di proposte: i marroni, prodotto iconico dell’azienda, le confetture, le paste pure, i mieli, gli ingredienti per la produzione del gelato. Ingredienti essenziali per ogni professionista della pasticceria.

“Il punto di partenza – ci dice Luigi Bardini, Direttore commerciale dell’azienda - è sempre e comunque la materia prima selezionata per le sue caratteristiche naturali e proveniente da una filiera tracciabile e sostenibile. In tutte le fasi di preparazione e trasformazione, l’attenzione al rispetto delle proprietà sensoriali della materia prima è prioritario: dalla selezione, alla lavorazione fino al confezionamento, in ogni step rifiutiamo agenti inquinanti che possano modificare il gusto o il colore naturale della materia prima, o addirittura nuocere alla salute.

L’obiettivo di Agrimontana è offrire un prodotto che, sebbene trasformato, conservi intatte le sue caratteristiche e lasci massima libertà di interpretazione al professionista che lo utilizzerà in preparazioni di pasticceria, gelateria, alta ristorazione.

La collaborazione con CAST Alimenti si fonda sulla condivisione dei valori dell’artigianalità, coniugata con l’impiego della tecnica e della tecnologia ove siano strumenti per fare ancora meglio.

Essere al fianco dei professionisti nella delicata fase della formazione, per Agrimontana è un aspetto cardine della ricerca costante dell’eccellenza: la vicinanza agli operatori del settore è fondamentale per coglierne le esigenze e proporre prodotti all’altezza delle aspettative di un mercato in continua evoluzione.

Siamo partner storici di CAST fin dalla sua nascita. Le attività svolte insieme sono numerose. Il principale asse della collaborazione è stato certamente la divulgazione delle conoscenze con un’attenzione particolare all’importanza della selezione dell’ingrediente in pasticceria, data dalla conoscenza delle sue caratteristiche e proprietà. Un secondo, significativo aspetto è il sostegno agli studenti che partecipano ai concorsi. CAST è la palestra ideale per trasformare le sfide più entusiasmanti in formazione professionale e Agrimontana crede fortemente nell’importanza di offrire un supporto reale e concreto a chi si mette in gioco. Infine la sperimentazione comune delle attrezzature e dei percorsi di impiego dei nostri prodotti, che in CAST Alimenti, scenario ideale per creare, è possibile coinvolgendo sia i corsisti che i docenti.

Sono convinto che una partnership che dura da oltre 20 anni non si possa limitare ad un semplice elenco di risultati, per quanto importanti. La collaborazione con CAST ha significato, e significa ancora oggi, un percorso di crescita condiviso, uno scambio virtuoso di contenuti e competenze che permette ad entrambi di valorizzare le proprie specificità. Quello del pasticcere è un mestiere in cui il talento personale si alimenta anche di cultura di prodotto e di settore. Richiede estro, ma anche rigore, applicazione, approfondimento. Sono convinto che Agrimontana abbia saputo contribuire attivamente a questa visione all’interno di CAST. E continua a farlo, guardando anche al futuro. Pensiamo ad esempio a quanto sia importante mantenere un equilibrio fra relazione umana e nuove tecnologie. Oggi basta uno smartphone per accedere a centinaia di esperienze diverse nel settore. Ma quali hanno un vero valore? Si parla molto di umanesimo tecnologico. Bene, la pasticceria lo esprime a livello di eccellenza del gusto, ma impone conoscenze!

La nostra collaborazione con CAST la vediamo quindi sempre più orientata anche ad iniziative e proposte che, ad esempio, comprendono la formazione nelle lingue straniere, nel marketing, nella comprensione delle tendenze di mercato. Oggi non si possono eludere temi come la nuova cultura alimentare, dove argomenti come le intolleranze e la scelta di essere vegetariani coinvolgono sempre più persone. Il pasticcere deve saper dialogare con il proprio pubblico, deve sapersi promuovere. A ciò aggiungiamo inoltre l’evoluzione del mercato, che oggi vuole dire, ad esempio, nuova cultura del gelato e del dessert. Un’azienda come Agrimontana, che non fa compromessi sui prodotti e sui valori per restare riferimento della pasticceria di livello, ha ancora tanto da dare e condividere in CAST”.

 

 

Luigi Bardini, Direttore Commerciale di Agrimontana
Luigi Bardini, Direttore Commerciale di Agrimontana
Luigi Bardini, Direttore Commerciale di Agrimontana