HOSPITALITY CAST BENVENUTO

Scegli il tuo corso e prenota la tua camera

Scopri di più
Le storie dei nostri studenti / Giada Farina
20/05/2014

Quando siamo passati a trovarla, Giada Farina era impegnata nella preparazione di una torta speciale da consegnare quel giorno stesso a Roma, al pontefice in persona. Un momento di tensione, dunque, ma anche di grande soddisfazione professionale. “Ho sempre avuto una grande passione per il mondo del cibo, e i miei prozii avevano una pasticceria” ci racconta mentre sta ultimando la decorazione e si prepara al viaggio verso la capitale. “Frequentavo corsi per appassionati (anche da Magazzino Alimentare, nella sede di CAST Alimenti), e nel tempo libero mi divertivo a sperimentare varianti di ricette e preparazioni. Intanto studiavo come maestra d’arte e d’estate lavoravo in gelaterie, bar e ristoranti.” 
Dieci anni fa, durante un viaggio di lavoro all'estero, le è capitato per la prima volta di vedere torte decorate con la pasta di zucchero ed è scattato un interesse specifico per la decorazione in pasticceria. All’epoca non era però facile trovare in Italia strumenti e stampi specifici, così Giada ha frequentato corsi in altri Paesi finché nel 2010 ha deciso di avviare un’attività familiare nella propria città. “Doveva essere una gelateria” racconta, “ma poi abbiamo preso una strada differente.”
Nel suo caso, l’esperienza in CAST Alimenti è stata successiva all’apertura del negozio, che è avvenuta nel 2011: le Torte di Giada, in pieno centro storico a Brescia, a due passi da Piazza Loggia, è oggi un laboratorio che realizza dolci su commissione, ma dove è anche possibile acquistare uno yogurt o un muffin da degustare al tavolino nella via o passeggiando sotto i portici. “Ho frequentato un corso serale di formazione per aiuto pasticcere, perché sentivo il bisogno di fare un salto a livello professionale, e l’esperienza in aula con Pierpaolo Magni e Diego Crosara mi ha dato esattamente ciò che cercavo. Anche perché, nonostante molti siano convinti che basti poco per diventare chef o maestro pasticcere, il talento non è sufficiente. Bisogna conoscere gli ingredienti a livello organolettico e sapere come si comportano in cottura. La pasticceria è chimica: se cambi anche solo un valore o un ingrediente, otterrai un risultato diverso.” 
La scelta del corso serale è stata dettata dal bisogno di approfondire la propria preparazione, senza però interrompere il lavoro già avviato. Un lavoro che, nonostante le numerose difficoltà, e il grande impegno che richiede, non manca di regalarle grandi soddisfazioni. “Le parole dei nostri clienti ci ripagano di ogni dubbio” commenta. “E ci spinge ad andare avanti senza mai smettere di cercare, imparare e sperimentare.” 

Le storie dei nostri studenti / Giada Farina
Le storie dei nostri studenti / Giada Farina
Le storie dei nostri studenti / Giada Farina
Le storie dei nostri studenti / Giada Farina
Le storie dei nostri studenti / Giada Farina
Le storie dei nostri studenti / Giada Farina
Le storie dei nostri studenti / Giada Farina