HOSPITALITY CAST BENVENUTO

Scegli il tuo corso e prenota la tua camera

Scopri di più
Le storie dei nostri studenti / Massimo Alverà
15/03/2017

Dai corsi in CAST Alimenti all'ingresso in Accademia

Trent’anni fa la formazione nei mestieri del gusto era quasi tutta a bottega, soprattutto per chi nasceva in una famiglia del mestiere. La storia di Massimo Alverà, entrato a far parte dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani durante il Simposio che si è tenuto in CAST Alimenti a marzo 2017, comincia proprio così, a 14 anni, finite le scuole dell’obbligo. “Per alcuni anni ho lavorato nell’azienda di famiglia” racconta. “Siamo fornai da oltre cent’anni e dagli anni Cinquanta anche pasticceri. Il mondo del dolce mi ha sempre incuriosito, ma non potevo approfondirlo in casa. Ho fatto alcuni stage in Francia, in particolare a Lione, e ho cercato dei corsi di formazione. Quando ho scoperto che a Brescia stava aprendo una scuola, mi sono iscritto subito.”

Il primo corso è stato con Eliseo Tonti sulla lavorazione del cioccolato, poi i lievitati con Achille Zoia, il bilanciamento delle ricette con Iginio Massari, il pane con Piergiorgio Giorilli. “Posso dire che in questi vent’anni CAST Alimenti è stata la mia scuola di riferimento. L’ho vista cambiare tantissimo: affermarsi prima nella pasticceria e poi, allo stesso modo, nella ristorazione. Crescita è la parola che meglio descrive questa realtà. Grazie ai corsi frequentati in Italia, ma anche in Lussemburgo, sono riuscito a fare un salto di qualità.”

La Pasticceria Alverà, con sede a Cortina D’Ampezzo, completamente rinnovata a novembre con spazio caffetteria, si è da tempo specializzata nelle mignon – dove si concentra la creatività e l’innovazione – e nelle colazioni. “Sempre centrale è la passione per il cioccolato, la stessa che mi ha portato per la prima volta in CAST Alimenti” racconta il maestro Massimo Alverà. “La curiosità è il punto di partenza. La scuola mi ha dato le basi sulle quali costruire il lavoro quotidiano, ma per raggiungere risultati importanti servono anche tanta fatica e altrettanta passione.”

E l’ingresso in Accademia? “È un risultato che inseguivo da 7/8 anni. L’azienda di dieci anni fa non era pronta, ma nel frattempo si è creata una squadra consolidata. Ora spero, grazie ad Accademia, di migliorare ulteriormente la nostra offerta. Per me non è un punto d’arrivo, ma di partenza. Già durante questo primo Simposio ho avuto conferma del livello altissimo di tutti i colleghi. Condividere il lavoro con gli altri accademici significa migliorarsi giorno dopo giorno, guardando sempre avanti.”

Le storie dei nostri studenti / Massimo Alverà
Le storie dei nostri studenti / Massimo Alverà