HOSPITALITY CAST BENVENUTO

Scegli il tuo corso e prenota la tua camera

Scopri di più
Le storie dei nostri studenti / Silvio e Marieta
31/08/2015

Un ristorante italiano in un faro namibiano d'inizio Novecento

Immaginate un faro d'inizio Novecento, tra il deserto africano e l'oceano Atlantico, dove si serve cibo italiano. A realizzare il progetto sono stati Silvio Magri e sua moglie Marieta Shaw Esbi, entrambi ex-studenti di CAST Alimenti, che hanno ottenuto dallo stato della Namibia una licenza speciale per creare all'interno di questo edificio del 1902 un'attività ristorativa: un esempio concreto di come si possa preservare il patrimonio storico favorendo allo stesso tempo l'economia e il turismo. Nasce così sei anni fa 22th Degrees South, un spazio suggestivo e accogliente nella località balneare di Swakopmund, dove è oggi possibile mangiare una pizza, un piatto di pasta fresca o degli ottimi dolci italiani.
Silvio, in Namibia, ha fatto per anni la guida turistica e qui ha conosciuto Marieta, originaria della capitale namibiana, anche lei impegnata nel turismo. “Il nostro sogno più grande era di aprire un ristorante” racconta Silvio, che ha deciso per questa ragione di tornare in Italia con Marieta e di frequentare alcuni corsi in CAST Alimenti, dall'alta formazione per barman con Luca Ramoni a quella per pizzaiolo con il maestro Gianluca Guagneli. “È grazie a lui e alla tecnica della biga, appresa durante il corso, che riesco a ottenere una pizza italiana d'altissimo livello a così tanti chilometri da casa.”
Tornati in Namibia, Silvio e Marieta hanno scelto Swakopmund come base, e qui hanno inaugurato il loro ristorante insieme a un cuoco namibiano, che ha peraltro lavorato nelle cucine del ristorante Carlo Magno di Beppe Maffioli, docente dell'alta formazione per cuoco di CAST Alimenti. Oggi, nelle cucine di 22th Degrees South si respira aria italiana: non solo per i prodotti, dal piatto di ravioli al tiramisù, ma anche dal punto di vista dell'organizzazione e delle attrezzature. “Di recente siamo tornati in Italia” racconta Marieta, “per frequentare il corso di alta formazione per tecnico pastaio con Vittorio Majori e Walter Zanoni. L'obiettivo era avviare una produzione, durante la stagione meno turistica, di ravioli e pizza da distribuire in tutto il Paese con il logo del ristorante.” La prossima avventura? Il gelato. “Stiamo già programmando un altro viaggio in Italia per completare la nostra formazione anche da questo punto di vista” promette Silvio.

Le storie dei nostri studenti / Silvio e Marieta
Le storie dei nostri studenti / Silvio e Marieta
Le storie dei nostri studenti / Silvio e Marieta
Le storie dei nostri studenti / Silvio e Marieta
Le storie dei nostri studenti / Silvio e Marieta
Le storie dei nostri studenti / Silvio e Marieta
Le storie dei nostri studenti / Silvio e Marieta